Home/Chi siamo/Raccolta fondi

Sostieni i Musei del Cibo

I Musei del Cibo conservano migliaia di oggetti legati alla storia e alla cultura del mondo agro-alimentare, preservandone le storie e diffondendone la conoscenza.
Un compito così impegnativo prevede anche un continuo lavoro di verifica, di manutenzione e di restauro curato dal Conservatore dei Musei.
Anche tu puoi contribuire a preservare questo straordinario patrimonio, sostenendo piccoli interventi programmati di restauro: il tuo nome, o quello di una persona cara che vuoi ricordare, si legherà così in maniera permanente a quegli oggetti, che recheranno nella didascalia e nel catalogo il nome di chi li ha generosamente “adottati”. Il tuo nome verrà inserito anche nell’Albo dei Sostenitori pubblicato sul sito dei Musei del Cibo in questa stessa sezione.

Guarda l’albo dei sostenitori

Se vuoi adottare uno di questi interventi segnala la tua disponibilità scrivendo a:
marketing@museidelcibo.it

Per le aziende sono possibili interventi più strutturati, inseribili nel programma Art Bonus, con detrazioni fiscali pluriennali.

1. MUSEO DEL PROSCIUTTO DI Parma (Inv. 78)
Restauro dell’antico volume di A. LAVOIT, Manuale del salumiere del 1897.
L’intervento prevede smontaggio, deacidificazione, risarcimenti e rimontaggio del volume, assieme alla digitalizzazione e alla pubblicazione sul sito dei Musei.
Importo dell’intervento 215,00 Euro.
FINANZIATO DA OPIFICIO 1899 – VERONA    

2. MUSEO DEL PROSCIUTTO DI Parma (Inv. 77)
Restauro dell’antico volume di A. SELMI, Il porcile, ossia l’arte di allevare e ingrassare vantaggiosamente i maiali del 1876.
L’intervento prevede smontaggio, deacidificazione, risarcimenti e rimontaggio del volume, assieme alla digitalizzazione e alla pubblicazione sul sito dei Musei.
Importo dell’intervento 215,00 Euro.
FINANZIATO DAL SALUMIFICIO PAVONCELLI – PESCANTINA (VR)
3. MUSEO DEL PARMIGIANO REGGIANO (Inv. 293-294-295)
Restauro di bilanciere autocostruito per il trasporto del latte con i due secchi di metallo relativi, databili al 1950 ca.
L’intervento prevede l’eliminazione delle ossidazioni e l’applicazione di protettivi per le parti metalliche; la pulitura, l’eliminazione di muffe e parassiti xilofagi e l’applicazione di cera naturale a protezione delle parti lignee.
Importo dell’intervento 150,00 Euro.
4. MUSEO DEL PARMIGIANO REGGIANO (Inv. 296)
Restauro di carretto per il trasporto del latte costituito da due grandi ruote lignee a raggi e da barra per il fissaggio del secchione metallico databile agli anni trenta del Novecento. L’intervento prevede l’eliminazione delle ossidazioni e l’applicazione di protettivi per le parti metalliche; la pulitura, eliminazione muffe e parassiti xilofagi, la riparazione degli elementi fratturati e l’applicazione di cera naturale a protezione per le parti in legno.
Importo dell’intervento 700,00 Euro.
5. MUSEO DEL PARMIGIANO REGGIANO (Inv. 167)
Restauro dell’antico volume di M. SULPICE, La cuisinière del la ville et de la campagne del 1829 L’intervento prevede smontaggio, pulizia, risarcimenti, rimontaggio del volume e rifacimento della legatura.
Importo dell’intervento 170,00 Euro.
6. MUSEO DEL PARMIGIANO REGGIANO (Inv. 168)
Restauro del volume di P. ARTUSI, La scienza in cucina, e l’arte di mangiar bene, Firenze, Salani, 1914.
L’intervento prevede pulizia, risarcimenti e riparazione della legatura.
Importo dell’intervento 80,00 Euro.
7. MUSEO DEL PARMIGIANO REGGIANO (Inv. 305)
Restauro di spersole in legno per lo sgrondo del siero dalle forme di formaggio fresco, databile agli anni Cinquanta del Novecento. L’intervento prevede la pulitura, l’eliminazione delle muffe e dei parassiti xilofagi, la riparazione o integrazione degli elementi fratturati e l’applicazione di cera naturale a protezione.
Importo dell’intervento 250,00 Euro.

I Musei del Cibo di Parma
premiati con il Travel Food Award
dal Gruppo Italiano Stampa Turistica
come miglior destinazione Italia del 2021