Inaugurazione della mostra “Forma… luoghi, cose, persone del Parmigiano Reggiano”

Home/Museo del Parmigiano Reggiano/Inaugurazione della mostra “Forma… luoghi, cose, persone del Parmigiano Reggiano”
Caricamento Eventi

20 ottobre – Sabato – Museo del Parmigiano Reggiano – ore 16,00
Ingresso libero

Si chiama “Forma… luoghi, cose, persone del Parmigiano Reggiano” la mostra fotografica itinerante che verrà inaugurata sabato 20 ottobre al Museo del Parmigiano Reggiano di Soragna (c/o Corte Castellazzi, via Volta, 5, Soragna PR, ingresso attraverso il percorso pedonale di viale dei Mille).

Al taglio del nastro, fissato alle 16, saranno presenti Salvatore Iaconi Farina, sindaco di Soragna e Maurizio Ceci, presidente dell’associazione Musei del Cibo della provincia di Parma.

Diversi scatti di Kai-Uwe Schulte – Bunert e di Fabrizio Cicconi, compongono la rassegna che è incentrata sul mondo del Parmigiano Reggiano e sui tanti operatori e agricoltori che lo compongono e ne permettono l’esistenza.

È un viaggio attraverso i luoghi che sono punto di partenza di un prodotto conosciuto in tutto il mondo. Le fotografie ritraggono il segno, leggibile e tangibile, lasciato dalle attività umane che hanno modificato e plasmato il paesaggio; un segno che si riproduce anche nei volti degli uomini e delle donne che vivono il territorio e sono i protagonisti del racconto del Parmigiano Reggiano, attraverso una tradizione che è fatta di saperi, di mestieri e di capacità.

La mostra offre anche l’opportunità di approfondire il tema del rapporto tra paesaggio, ambiente e uomo nel nostro territorio, con il contributo scientifico degli archeologi dell’Università di Parma all’interno del progetto Inter Amnes – Programma SFERA (UniPr).

La lettura, dal punto di vista diacronico, vuole sottolineare come la cultura alimentare e, nello specifico, le nostre eccellenze enogastronomiche siano generate da una gestione del territorio e delle risorse naturali che nel tempo ha portato ad individuare la vocazione produttiva dei luoghi. Una vocazione che si legge nel paesaggio quale esito di un rapporto bilanciato fra l’uomo e l’ambiente.

L’allestimento sarà visitabile nei giorni festivi dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, fino a domenica 9 dicembre. La mostra, commissionata dal Comune di Casina (RE) e già allestita a Valestra di Carpineti e al castello di Sarzano (RE), è stata progettata in collaborazione con la biblioteca-archivio Emilio Sereni e con l’Istituto Alcide Cervi, che promuove sul piano culturale e scientifico la conoscenza del paesaggio agrario. Fa parte del progetto “La cultura del paesaggio del Parmigiano Reggiano nella Riserva Mab-Unesco: la creatività per la conoscenza” promosso dal Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano. Promotori sono anche l’Unione Montana dell’Appennino Reggiano, i comuni di Casina, Carpineti e Neviano degli Arduini. Il progetto è sostenuto anche dalla Regione Emilia Romagna con la Legge 37/2004 e dal Consorzio del Parmigiano Reggiano.