Description

Monumento a Giuseppe Verdi

Eretto a partire dal 1913, centenario della nascita del Maestro e inaugurato il 22 febbraio 1920 nel piazzale della Stazione nell’area dell’ex Foro Boario, su progetto dell’architetto Lamberto Cusani, il progetto riprendeva la forma classica dell’arco di trionfo che collegava le due braccia dell’emiciclo porticato i cui pilastri facevano da supporto ai basamenti di ventotto statue ideate dal palermitano Ettore Ximenes, personificazioni in simboliche figure delle opere di Verdi.
Lievemente danneggiato dai bombardamenti alleati nel 1944, venne abbattuto nell’immediato dopoguerra.
Nove statute sopravvissero alla distruzione e furono collocate lungo le pareti del Cinema “Arena del Sole” di Roccabianca. Di venti figure rimangono i bozzetti di Ximenes oggi conservati presso l’Accademia di Belle Arti.
Di tutto il complesso monumentale rimane oggi solo l’ara centrale in granito con i bassorilievi in bronzo dello Ximenes, situata a ridosso dei contrafforti del palazzo farnesiano della Pilotta in Piazzale della Pace, sottoposto ad un complessivo programma di risistemazione nel biennio 1999-2000.

Accessibilità: Autostrada A 1, casello Parma; Strada Statale 9 Emilia; Linea FS Milano-Bologna.

Informazioni Turistiche:
IAT – Informazione e Accoglienza Turistica
Comune di Parma
Piazza Garibaldi, 1 – 43121 Parma
Tel. +39 0521218889
turismo@comune.parma.it
www.turismo.comune.parma.it

VISITA IL SITO IAT PARMA

Teatro Regio

Costruito tra il 1820 e il 1821 su progetto di Nicola Bettoli per volere della Duchessa Maria Luigia, seconda moglie di Napoleone Bonaparte, Duchessa di Parma e Piacenza, venne.inaugurato nel 1829 con l’opera “Zaira” appositamente composta da Vincenzo Bellini.
La maestosa facciata divisa in quattro parti è in stile neoclassico. L’atrio è di forma quadrata con otto colonne ioniche a capitello intagliato che sorreggono un soffitto a lacunari ornati a stucco.
La platea ellittica con quattro ordini di palchi più loggione è stata decorata, così come il proscenio, da Girolamo Magnani. Il soffitto, rappresentante “Il trionfo della sapienza” e il sipario, con i corifei dell’arte lirico-drammatica, restaurato nel corso del 1999, sono opera di Giambattista Borghesi.
Di squisito gusto neoclassico anche il Ridotto, completamente restaurato nel corso del 2000, in occasione del centenario verdiano.
Alla duchessa Maria Luigia Verdi dedicò nel 1843 l’opera I lombardi alla prima crociata.
Vasta è stata la produzione verdiana rappresentata nel Regio di Parma, presso cui si tennero anche importanti rappresentazioni nel corso delle Celebrazioni verdiane del 1913 e del 1951.
La ricchissima documentazione teatrale di carattere verdiano è oggi conservata nell’Archivio Storico del Teatro Regio presso l’Archivio Storico Comunale di Parma.

Accessibilità: Autostrada A 1, casello Parma; Strada Statale 9 Emilia; Linea FS Milano-Bologna.

Informazioni Turistiche:
IAT – Informazione e Accoglienza Turistica
Comune di Parma
Piazza Garibaldi, 1 – 43121 Parma
Tel. +39 0521218889
turismo@comune.parma.it
www.turismo.comune.parma.it

VISITA IL SITO IAT PARMA

Casa natale di Arturo Toscanini

La casa natale di Arturo Toscanini, celebre direttore d’orchestra, natovi nel 1877, donata al Comune dagli eredi del Maestro, nel 1967 è stata trasformata in museo. Toscanini, che conservava con venerazione nel proprio studio un’immagine fotografica di verdi, fu un grande interprete del suo repertorio musicale.
La casa custodisce, nelle poche stanze che la compongono, oggetti e cimeli di varia provenienza, che appartennero al Maestro durante i suoi numerosi spostamenti Oltreoceano, oltre a testimonianze di musicisti, cantanti, ed artisti. Accanto a questa collezione è consultabile anche la raccolta bibliografica

Accessibilità: Autostrada A 1, casello Parma; Strada Statale 9 Emilia; Linea FS Milano-Bologna.

Informazioni Turistiche:
IAT – Informazione e Accoglienza Turistica
Comune di Parma
Piazza Garibaldi, 1 – 43121 Parma
Tel. +39 0521218889
turismo@comune.parma.it
www.turismo.comune.parma.it

VISITA IL SITO IAT PARMA

I Musei del Cibo di Parma
premiati con il Travel Food Award
dal Gruppo Italiano Stampa Turistica
come miglior destinazione Italia del 2021